domenica 26 maggio 2013

5° Memorial per mio padre

Non so da che parte cominciare per farvi la cronaca di quello che è successo ieri pomeriggio, ma in qualche modo lo dovrò fare, anche se l'emozione, che ancora sento dentro, forse mi farà scrivere male o in modo disarticolato.
Sono già passati cinque anni dal primo Memorial eppure non si direbbe, a giudicare dall'entusiasmo e dalla partecipazione che ogni anno mi sorprende. (Qui il link del post che scrissi in occasione del Primo Memorial del 2009,  http://cicabuma.blogspot.it/2009/05/col-rugby-nel-cuore.html ).
Chi era mio padre l'ho già scritto nel vecchio post a cui vi rimando, qui vi dico solo che è stato un giocatore di Rugby, un Nazionale negli anni '50 e che per il Rugby della mia regione ha fatto tanto senza mai sbandierare meriti o chiedere nulla in cambio. E' stato tra i fondatori e il primo Presidente del Rugby Pagnacco e proprio il Rugby Pagancco ieri l'ha ricordato.
Insieme a mia sorella Caterina, che però si è fermata soltanto alla cerimonia ufficiale, alla consegna dei fiori e al calcio di inizio del torneo (indegnamente calciato da me....), sono stata ospite d'onore per tutta la giornata.
Le squadre partecipanti erano, oltre al Rugby Pagnacco, i Tandoi di Monfalcone, gli Urogalli di Udine e i Quatro Gati di Vicenza. Naturalmente tutti OLD, ossia giocatori non professionisti oltre i 35 anni... ma hanno giocato anche rugbysti di più di 70 anni!!!!


I giocatori di una certa età, quelli che sarebbe meglio evitare di placcare, hanno dei pantaloncini di diverso colore, però si buttano ugualmente nella mischia e corrono, partecipano, si incazzano pure quando le cose non vanno, esultano alla meta... Stupendo!!!
E' stupendo vedere l'entusiasmo che si legge negli occhi dei rugbysti, l'amore per questo sport meraviglioso, a volte non compreso ma assolutamente unico per quanto riguarda il concetto di squadra, di aiuto e di solidarietà. Nel Rugby non ci può essere un solista, a Rugby non si gioca da soli... solo in squadra. La squadra è tutto!!!

Come ospite d'onore sono stata a bordo campo, sotto le tettoie delle squadre (Tu puoi fare e andare dove vuoi, mi ha detto il Presidente del Pagnacco!!!) e ho fatto delle foto.

 
Al termine delle partite, prima di ritirarsi a fare la doccia e a prepararsi per il TERZO TEMPO, la Squadra del Pagnacco mi ha fatto questo bel regalo... una foto di gruppo con tutti, proprio tutti, in ricordo di un uomo meraviglioso che è stato mio padre. Questi sono tutti suoi ex allievi, i suoi ex cuccioli, i ragazzini o meno ragazzini che ha iniziato a questo sport fantastico!!!
E adesso via al Terzo Tempo, che nel Rugby c'è sempre... ossia un momento conviviale dove i giocatori e i tifosi delle varie squadre, tutti insieme appasionatamente, senza violenza, senza insulti, senza bisogno di tenerli separati, mangiano e bevono insieme.
Come ogni anno il Terzo Tempo è alla Casa degli Alpini.
 
 
Poi il nuovo Presidente del Rugby Pagnacco, che era molto amico di mio padre, sale su una seggiola per ringraziare tutti, per ringraziare le squadre intervenute, per consegnare loro un ricordo e poi, con mia grande sorpresa e commozione, ha ringraziato mio papà, ha parlato di lui, ha ricordato chi era e cosa ha fatto e si è levato un lungo applauso pieno di gioia. Ha poi ringraziato me per essere li con loro quella sera... e mi ha beccata in castagna!!! Non ho saputo che dire se non "Grazie a voi"... e davvero, GRAZIE, GRAZIE per tutto quello che fate ogni anno, per la bella festa che sapete organizzare, per la grande partecipazione, per il calore e l'affetto che sento, sincero e vero, ogni anno!!!
 
Non so che altro aggiungere, se non ancora qualche immagine della bellissima giornata.
Appuntamento al prossimo anno per il 6° Memorial, sempre più numerosi e sempre più affiatati... perché SI E' RUGBYSTI PER SEMPRE!!!
 
 
 
A presto
Francesca
 
P.S. Avrei anche dei video, ma non so perché non me li carica. Peccato, avreste avuto un'idea dell'atmosfera e dell'entusiasmo che questi Old mettono ancora nello sport del loro cuore!!!


9 commenti:

  1. Che bello! Un giorno davvero speciale!
    Ciao e buon inizio settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un pomeriggio più che speciale... Sono stata felice ed orgogliosa di essere li!!!
      Buona settimana anche a te
      Francesca

      Elimina
  2. Quante emozioni...!
    Buoni ultimi giorni di maggio, sempre in attesa della "vera" primavera... :)
    S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le emozioni sabato sono state tante, davvero!!! Dal calcio di inizio fino alla cena alla casa degli alpini... con anche un rischio di investimento a bordo campo intanto che stavo girando un video!!!
      Ma si, maggio è praticamente finito e qui il sole non si è ancora visto!!! E da te?
      Un bacio
      Francesca

      Elimina
  3. Che bel modo di ricordare tuo padre, devi essere così fiera di lui!!!

    RispondiElimina
  4. Doveva essere una persona speciale, il tuo ricordo e quello degli altri mantengono viva la memoria di un uomo che ha donato molto,
    un bacio,
    Amalia

    RispondiElimina
  5. Si, fiera e orgogliosa. Mio padre era una di quelle rare persone che fanno in silenzio, senza cercare meriti o riconoscimenti. E' stato per me un grande Maestro!
    Un bacio
    Francesca

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina