giovedì 11 aprile 2013

Esperimenti culinari

Ecco i miei esperimenti culinari di ieri e di oggi. Esperimenti per altro riusciti, anzi... riuscitissimi!!!

RISOTTO ALLE ORTICHE

(Per 4 persone bastano un paio di manciate di germogli di ortica)


Fare un leggero soffritto con olio EVO e cipolla.


Quando la cipolla è imbiondita aggiungere l'ortica lavata, scolata e tagliata grossolanamente. Lasciare appassire per qualche minuto.


Quando l'ortica è cotta aggiungere il riso (una tazzina da caffè a persona - mia nonna aggiungeva anche "la tazzina per la pentola" ma ormai con le pentole antiaderenti che ci sono oggi non è più necessario!!!).
Fare rosolare un po' il riso mescolando in continuazione e poi aggiungere un bicchiere di vino bianco. Lasciare evaporare il vino continuando a mescolare.


Completare la cottura aggiungendo brodo vegetale e non smettere mai di mescolare.
Quando il riso è cotto aggiungere una generosa noce di burro e il parmigiano. Mantecare per bene, lasciare riposare per tre, quattro minuti e servire ben caldo.


Io l'ho lasciato abbastanza morbido, quasi "all'onda", ma questa è una questione di gusti.


Squisitissimo... Ho fatto il bis!!!
L'ortica ha un odore abbastanza forte in cottura, ma un sapore piuttosto delicato alla fine!!!
Il piatto è stato molto apprezzato, ma non quanto il mio secondo esperimento culinario con le ortiche...


RAVIOLI INTEGRALI RIPIENI CON ORTICHE E SPECK

Ebbene si, avevo detto che non mi sarei spinta ai ravioli, ma stamattina ero particolarmente in vena è così mi sono buttata nell'impresa

Per la pasta ho usato un uovo ogni 100 gr di farina circa (io ho usato una parte di farina bianca e una parte di farina integrale).
Ho lavorato la pasta fino ad ottenere una palla morbida, soda e non appiccicosa.


Lasciare riposare l'impasto.
Precedentemente avrete preparato le ortiche tagliuzzate e passate in un soffritto di cipolle tritate. Una volta cotte bisognerà lasciarle raffreddare!
Alle ortiche aggiungere un po' di ricotta e dello speck tagliuzzato fine fine. Non posso darvi le dosi perché ho fatto a occhio (fate un po' voi!!!).


Amalgamate bene il ripieno.
Stendete su un piano in marmo o uno spianatoio la pasta a pezzi (non tutta in una volta!!!) infarinando abbondantemente. Se l'avete potete usare anche la macchinetta tira sfoglia (che fra parentesi ho, ma che oggi non ho usato perché mi sentivo Wonderwoman!!!).
Mettete un cucchiaino di ripieno sulla sfoglia...


girate la sfoglia sul ripieno e schiacciate  intorno per far uscire l'aria.


Tagliate i ravioli con una rondella dentata. Io li ho fatti quadrati, ma fateli tondi, a cuore, triangolari... come preferite!!!


Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata e condite con un sugo delicato di pomodoro.
Vi assicuro che avrete un successone se per esempio li preparerete per degli ospiti un po' esigenti!!!
Sono deliziosi e sorprendenti!!!

Ecco quello che ho mangiato oggi a pranzo...


Ravioli con il pomodoro, finocchi crudi tagliati fini fini e scardaccione al forno.
Scardaccione???
No, no... troppe  cose tutte in una volta. Dello scardaccione vi parlerò nella prossima scheda sulle piante spontanee!!!
Vi tengo un po' sulle spine!!!

Alla prossima
Francesca

11 commenti:

  1. adesso ho voglia di risotto alle ortiche! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pot pot sono sempre io!Ho trovato questo contest e ti ho pensata, è troppo bellino, magari partecipi con le tue nuove ricette!
      http://thedreamingseed.blogspot.it/2013/04/happiness-is-homemade-il-mio-primo.html#comment-form
      Bacio

      Elimina
    2. Grazie della segnalazione. Ci faro' un pensiero!
      Bacioni
      Francesca

      Elimina
  2. Mi ispirano molto i tuoi esperimenti culinari!!! Brava!!!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provare allora... un bacio
      Francesca

      Elimina
  3. Ma che figata queste ricettine!!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daniela, mi hai fatto sorridere. Ho letto che hai già sperimentato con successo il risotto all'ortica!
      Buona settimana
      Francesca

      Elimina
  4. Meravigliose queste ricette! io mangiai una pasta all'ortica, con un sugo bianco forse con la panna ma non ci giurerei (non sapevo ancora cucinare), mi ricordo solo che era buonissima!!
    il risotto è fantastico, ma i ravioli ancora di più...e poi che soddisfazione, utilizzare prodotti spontanei della campagna, per di più a costo zero!!

    RispondiElimina
  5. Ortiche e panna... interessante!
    Provero'... l'abbinamento mi stuzzica!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina